Tutto ebbe inizio così ....​



La passione per la micromeccanica (ed in particolare per l'orologeria), probabilmente è ereditata da mio nonno Francesco, gioielliere ed orologiaio oltre che grande appassionato di opera lirica. Ricordo quando da bambino, avrò avuto 5 o 6 anni, con i miei genitori andavamo a trovarlo nel piccolo paese dove viveva e lui, nel salutarmi quando andavamo via, spesso mi regalava un vecchio orologio da polso, uno di quelli "a carica". Già allora ero affascinato da quel piccolo ed agli occhi di quel bambino "misterioso" oggetto che spesso, una volta a casa, aprivo per curiosarne l'interno. La qual cosa feci, qualche anno dopo, anche con l'orologio che mi venne regalato in occasione della Cresima.

Da adolescente, mentre i  miei coetanei si dilettavano con la lettura dei fumetti tipo Tex, Zagor, Supereroi e Diabolik, io già avevo la "testa fra le nuvole" sognando di fare un giorno il pilota militare e comperavo in edicola le riviste Aerei, Volare ed Interconair ma anche Orologi.

Ma solo verso i 25 anni, quando ormai ero già Pilota Militare, consultando un Annuario degli Orologi, rimasi "folgorato" dalla sequenza fotografica dello smontaggio di un orologio da polso e fù allora che mi domandai: "perchè non provarci?".

Da allora è iniziato questo "gioco", che per me non è solo una medicina antistress, ma anche fonte di inesauribili soddisfazioni, a conferma del detto che"gli hobbies sono il sale della vita". Gioco che, inoltre, reputo in perfetta sintonia con la mia concezione filosofica e cristiana della vita e del "tempo", del quale cerco di sfruttare ogni secondo, nella piena consapevolezza che esso, così sfuggevole, sia la più grande risorsa in possesso dell'essere umano. Poterlo misurare, benchè in forma relativistica, è stata una delle più grandi sfide dell'uomo, dalla preistoria ad oggi. E così sarà anche per il futuro.

Riparare un orologio, pertanto, per me và al di là di quello che può sembrare un mero svago, perchè mi consente di relazionarmi meglio con me stesso e con la mia vita, aiutandomi a meglio valutare e valorizzare il significato del tempo che non mi limito a misurare in secondi, minuti, ore, giorni ed anni.

Chi mi conosce meglio sa che riparare orologi non è l'unico passatempo che copre i pochi vuoti lasciati dal mio bellissimo lavoro di Ufficiale Pilota dell'Aeronautica Militare e dalla mia famiglia: ma questa è un'altra storia.....



Dedico questo sito a mio nonno Francesco, a tutti i Piloti Militari che "hanno spiccato l'ultimo volo" nell'adempimento del proprio dovere ed alla signora Carola, moglie di Antonio C., proprietario di uno storico negozio di forniture per orologerie di Roma, che per oltre 25 anni mi ha aiutato nella ricerca dei più disparati pezzi di ricambio: il suo orologio, pochi mesi fà, ha smesso di funzionare per sempre ed è "volata" in un luogo dove non serve sapere che ora sia. 

OROLOGI CON LE ALI

Vale di più un secondo della mia vita che tutto il danaro  di una vita

Prodotto coperto da Copyright . Nessuna parte del sito od immagine potrà essere utilizzata senza il consenso dell'autore.